La Felicità al Lavoro: la Ricetta Esiste

La Felicità al Lavoro: la Ricetta Esiste

Quante volte, dopo essere stato oggetto dell’ira funesta del tuo capo al lavoro, hai pensato “quanto vorrei che esistesse la ricetta della felicità…”? 

E se ti dicessimo che, per quanto soggettiva, variabile e di complessa realizzazione, la ricetta per la felicità esiste e gli ingredienti sono alla portata di tutti noi? 

La Scienza della Felicità si basa su caratteristiche fisiche e ben conosciute del nostro cervello e ci dice che essere felici è possibile per tutti, attraverso un vero e proprio processo di apprendimento.

Il 2020 è un anno difficile (per usare un eufemismo) e l’ultimo DPCM, i provvedimenti e gli avvenimenti annessi, non ci rendono il gioco facile tantomeno sul lavoro.

Noi di Action4 vorremmo aiutarti a portare nella “credenza” della tua cucina immaginaria ognuna delle sostanze utili e necessarie a superare con un po’ più di leggerezza questo periodo e, perché no, a strapparti un sorriso.

Ecco perché, per tutto il mese di Novembre, elencheremo gli ingredienti che riteniamo più semplici da reperire, anche più rintracciabili del lievito durante il lockdown! 🙂

Partiamo dai primi 2:

  • n. 1 La Dopamina

La Dopamina è un neurotrasmettitore che svolge un ruolo decisivo condizionando il nostro comportamento, il sonno, l’umore, il senso di gratificazione, l’attenzione, la memoria, l’apprendimento ed altro ancora. 

La carenza di questo neuro-ormone può essere strettamente collegata a depressione, ansia ed altri disturbi mentali; inoltre sono stati riscontrati bassi livelli di dopamina anche in malattie neurodegenerative come il Parkinson. 

Dosaggi troppo alti di dopamina, invece, vengono riscontrati in psicosi di vario genere, in giocatori d’azzardo e nei dipendenti da droghe.

Possiamo produrre dopamina in quantità salutari ed in modo naturale, compiendo alcune semplici azioni. Infatti, stimoli fisiologici e spontanei come i rapporti con il nostro partner, mangiare un cibo che ci piace tanto, ascoltare la musica e addirittura alcuni timbri vocali, ne provocano il rilascio.

 

Denise Jones by Unsplash

 

  • n. 2 la Serotonina

La Serotonina, conosciuta come “l’ormone della felicità”, è la principale promotrice del “senso di benessere” nella nostra mente e la sua importanza è tale che diverse sostanze stupefacenti agiscono proprio sul suo rilascio, ma anche in questo caso possiamo benissimo produrla senza l’aiuto della chimica.

La serotonina viene sintetizzata dal nostro organismo a partire dal triptofano (un amminoacido essenziale) ed è coinvolta in così tante funzioni biologiche, che diverse sono ancora da chiarire. Il suo campo d’azione va dal sistema cardiovascolare all’umore passando dai comportamenti sociali e l’attività cerebrale.

Un corpo sano produce serotonina senza prestare particolare attenzione alla cosa, per esempio coccolando il partner, assumendo vitamina D attraverso i raggi solari e vitamina B consumando alimenti come banane, riso, cereali, ecc, mangiando carboidrati durante i pasti e… non scordandoci della cioccolata!!!

Come possiamo ottenere lo stesso risultato in ufficio, in officina o in negozio?

Sia per la Dopamina, che agisce sui meccanismi di ricompensa e piacere, che per la Serotonina, sull’ambiente di lavoro possiamo iniziare a:

– ringraziare sempre i colleghi che ci aiutano sottolineando quanto sia stato prezioso il loro gesto per noi, 

– aiutarli a nostra volta, 

– evitare discussioni inutili e cercare sempre un accordo

– offrire un caffè,

– regalare loro una battuta per ridurre lo stress, 

– trascorrere la pausa fuori sotto il sole ogni volta che è possibile

– ricordandosi di sorridere, anche dietro la mascherina!!! 

Queste piccole, semplici e naturali azioni, producono in ogni essere umano una sensazione di benessere che alleggerirà le giornate più grigie, anche in ufficio!

Infine vorremmo sottolineare che la Felicità ha una caratteristica in comune con il Covid19: è contagiosa, ma fa benissimo!!!