Il Manifesto della Comunicazione Non Ostile

Il Manifesto della Comunicazione Non Ostile

Diffondere metodi di Comunicazione Non Violenta è oggi fondamentale in ogni campo della nostra vita: è un pilastro fondante della Scienza del Sé ed è un argomento che trattiamo nel nostro percorso Il Meglio di Te in Azione.

Esiste un campo dove la comunicazione non violenta sta prendendo sempre più spazio; fa parte della quotidianità di ognuno di noi e pare averne più bisogno di altri: lo spazio virtuale.

Qui l’ambiente è spesso verbalmente violento, anche grazie alla protezione, sempre più sottile, dello schermo dietro il quale ci rifugiamo scrivendo le cose peggiori.
Addirittura si è reso necessario termini dedicati all’area virtuale, come “cyberbullismo”, il che sottolinea quanto peso abbia nelle nostre esistenze.

Per questa ragione è nato il Manifesto della Comunicazione Non Ostile, creato e distribuito dall’associazione triestina Parole O_Stili, e reso “easy to read” ossia facile da leggere e da capire, da ANFFAS di Cremona, l’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettuali o Relazionali.
Spesso sono proprio le persone con disabilità ad essere vittime di cyberbullismo, ma il Manifesto va oltre perché non si rivolge ad un pubblico specifico ma a tutti gli avventori della rete, nessuno escluso.

Il Manifesto della Comunicazione Non Ostile, sottoscritto anche dall’Amministrazione Comunale di Cremona, elenca 10 precetti utili a migliorare l’esperienza in rete, cercando di favorire comportamenti rispettosi e civili con lo scopo di rendere internet un luogo “meno violento, accogliente e sicuro per tutti”.

In Action4 coltiviamo, prima di tutto, il valore del rispetto e la comunicazione non violenta è alla base di un rapporto interpersonale sano. 

Trattando la Scienza del Sé, condividiamo fino all’ultima virgola di quest’opera, resasi necessaria anche a causa dei fatti di cronaca iniziati e cresciuti online, nella speranza e con l’intento di fornire a tutti gli strumenti base per vivere, anche in rete, esperienze sempre più positive.

Il nostro auspicio è quello di poter diffondere maggiormente la cultura del rispetto, partendo proprio dai rapporti con gli altri. La comunicazione non violenta, infatti, potrebbe essere materia integrativa all’insegnamento scolastico, senza dover incontrare i pregiudizi che spesso notiamo negli adulti.  

Noi di Action4 Life Management School conosciamo realtà scolastiche, all’estero e in Italia, che hanno integrato la Scienza del Sé e la comunicazione non violenta, con risultati che fanno ben sperare in un futuro meno ostile e più rispettoso.