Chi è un Leader Positivo?

leadership positiva

Chi è un Leader Positivo?

La Leadership Positiva è un modo di essere d’ispirazione per gli altri, che concilia il benessere del
team (sia esso composto dai famigliari o da colleghi/dipendenti) con il raggiungimento degli
obiettivi.

Con questa definizione forse non è ancora troppo chiaro chi è, ma soprattutto com’è un Leader
Positivo, quindi proviamo a partire da cosa NON è:

– UN UOMO.
Nonostante sia il 2021, ci sentiamo di specificare ancora che certe caratteristiche e
posizioni nella Società non siano a esclusivo appannaggio delle figure maschili, anzi. Un Leader
Positivo può tranquillamente essere una donna.

– ANZIANO/ESPERTO.
Il concetto di anzianità, intesa come esperienza, non coincide affatto con le
attitudini e qualità di un Leader Positivo e anzi, soprattutto i giovani sono portati a diventare o essere
Leader Positivi, perché hanno schemi di pensiero meno legati al classico “si è sempre fatto così e
quindi si fa così” dal quale sembra molto difficile separarsi, in Italia.

– LAUREATO O TITOLATO.
Lungi da noi affermare che la laurea non sia importante!!!
Tuttavia non è un
requisito indispensabile per un Leader Positivo né, tantomeno, scrivere davanti al nostro nome
“Dott.ssa” o “Professore” ci rende Leader Positivi.

– UN CAPO.
Un Leader Positivo non è un Capo, non dà ordini, non si impone, non coordina la sua
squadra su una linea retta di decisioni pre-impostate, ma è anzi disposto a cambiare rotta per il bene
comune del suo team.

– L’UNICO A PRENDERE DECISIONI.
Un Leader Positivo stimola il suo gruppo alla propositività, ne
ascolta attivamente i suggerimenti e li accoglie senza sentirsi sminuito o svilito ma anzi, riconoscendo
l’importanza del contributo di tutti.

– COLUI CHE GESTISCE MA GUIDA LE PERSONE E I PROGETTI.
Dopotutto chi vuole essere gestito?
Si gestiscono le emergenze, le crisi, le situazioni critiche, ma non gli esseri umani.
Uscire da questa
atavica convinzione del “gestire” è indispensabile per diventare la versione migliore di noi stessi, in
ogni ambito della nostra vita.

A questo punto possiamo comprendere meglio, invece, quali sono le caratteristiche più evidenti di un
Leader Positivo:

ASCOLTO ATTIVO
Saper ascoltare tutti, ciascun individuo componente la squadra, senza preconcetti e
comprendendone anche le emozioni;

DETERMINAZIONE
Procedere con determinazione verso il raggiungimento dei propri obiettivi è diverso dall’imporsi con
decisione. La determinazione va a braccetto con la motivazione!

FLESSIBILITÀ
Accettare le proposte degli altri e trovare una via di mezzo tra le proprie idee e quelle del team, o
addirittura abbandonare completamente le proprie e riconoscere che quelle del team sono più adatte
a raggiungere uno scopo comune.

COINVOLGIMENTO
Il Leader Positivo riesce a rendere un gruppo coeso, affiatato, anche moderando gli screzi interni e
coinvolgendo tutti nei processi decisionali.

COSTANZA
Il Leader Positivo mantiene il focus sull’obiettivo, sui propri valori e le idee che lo muovono.

VALORI
Un Leader Positivo ha nel suo DNA il sincero interesse per il benessere, le felicità e la soddisfazione di
tutti, dai collaboratori, ai clienti, ai fornitori e a tutti gli attori che girano intorno all’organizzazione.

VISIONE e SCOPO
Il Leader Positivo ha una visione a lungo termine che ha come priorità la valorizzazione
dell’ecosistema e l’eco-sostenibilità. Contribuisce a creare i presupposti favorevoli a preservare e
rispettare l’ambiente e contemporaneamente a migliorare la qualità di vita delle persone.

In conclusione, il Leader Positivo è un filantropo, una guida gentile e attenta alle esigenze degli altri,
con uno scopo e una visione di lungo periodo che tenga in considerazione il benessere delle persone e
del pianeta.

Alla luce di queste considerazioni, ora che abbiamo tutti più chiaro come sia un vero Leader Positivo,
pensa: lo sei forse anche tu?